2ª Cima Lariè 13/02/2022

Da sinistra: Andolla, Weissmies, Lagginhorn, Fletchorn
Da sinistra: Andolla, Weissmies, Lagginhorn, Fletchorn

Descrizione percorso

Il cippo con la croce di vetta della Cima Lariè
Il cippo con la croce di vetta della Cima Lariè

Ci troviamo al parcheggio di Trobaso alle 7,30, siamo in 3: Antonella, Flavia e Gianni baffo. Andiamo alla stazione di servizio all'uscita di Villadossola dove ci raggiunge Ilaria. Totale 4.

In auto andiamo a Domodossola, prendiamo la strada che porta in val Bognanco, ma subito giriamo a destra attraversiamo il ponte sul Bogna e saliamo a Monteossolano m. 784 dove lasciamo le auto nel parcheggio a lato della strada. Sono le 8,55, il tempo è bello.

Saliamo sopra il paese e prendiamo il bel sentiero che sale a destra, che ci porta all'Alpe Reso m. 1226 alle 9,55. Il sentiero prosegue sopra le baite, poco prima di arrivare all'Alpe Spino affrontiamo un tratto di 200 metri lineari dove il sentiero è ricoperto di foglie che ci arrivano fino al ginocchio, (vedi fotogallery) si fa un passo avanti e uno indietro. Superato il tratto con le foglie arriviamo all'Alpe Spino m. 1550 alle 10,35. Saliamo tra le due baite dell'alpeggio e raggiungiamo l'Alpe Campo m. 1852 alle 11,20. Proseguiamo a destra e arriviamo alla cima alta del Pizzo Crogna m. 1900 circa dove si trova una grossa croce alle 11,40. La vista su Domodossola e la Piana dell'Ossola è bellissima. Proseguiamo a destra, saliamo in cresta e arriviamo in vetta alla Cima Lariè m. 2144 alle 12,20. Sosta per le foto e il video di rito allo stupendo panorama a 360 gradi, quindi iniziamo il ritorno alle 12,35. Dopo un primo tratto sul percorso di salita giriamo a destra e scendiamo in diretta su lievi tracce, per fortuna contrassegnate da tantissimi ometti. Alle 12,55 ci fermiamo in un pratone per il pranzo.

Ripartiamo alle 13,35 e, sempre in diretta arriviamo all'Alpe Campo alle 13,45. Adesso scendiamo sul percorso di salita. Arriviamo all'Alpe Spino alle 14,20. Ci fermiamo ad oziare al sole fino alle 14,45, quando ripartiamo, superiamo il tratto con le foglie, facendo molta attenzione perchè è molto facile scivolare dato che non vediamo dove mettiamo i piedi e raggiungiamo l'Alpe Reso alle 15,25. Proseguiamo e arriviamo a Monteossolano alle 16,05. Sosta per una bevuta al circolo del paese che consigliamo vivamente per i prezzi molto modici (2 birre in bottiglia, 2 the con 2 fette di torta, per un totale di ben 6,40 euro). Al termine saliamo in auto e ci dirigiamo verso casa.

Bellissima gita con 1400 metri di dislivello e 12,5 chilometri di sviluppo, con tempo ottimo.

Dalla vetta della cima lariè
Dalla vetta della cima lariè
Dall'estrema sinistra: Ragno, Nona, Togano, Tignolino, Testa del Mater, Pozzolo
Dall'estrema sinistra: Ragno, Nona, Togano, Tignolino, Testa del Mater, Pozzolo

Fotogallery (di Gianni baffo)

Video

Sul Monte Ziccher m. 1967
Sul Monte Ziccher m. 1967
Alla Bocchetta di S. Antonio
Alla Bocchetta di S. Antonio
Scendendo verso Piot
Scendendo verso Piot
Bevuta al rifugio La Vasca
Bevuta al rifugio La Vasca