9ª Bocchetta di Campo 17/10/2021

Al centro sua maestà il Rosa
Al centro sua maestà il Rosa

Descrizione percorso

Bocchetta di Campo m. 1994
Bocchetta di Campo m. 1994

Ritrovo alle 6,00 a Trobaso, siamo in 6: quattro donne e due uomini (e due cani).

Andiamo in val Vigezzo, a Malesco prendiamo la strada per la Val Loana che percorriamo interamente fino a Fondo li Gabbi m. 1250 dove lasciamo le auto. Sono le 7,30, il tempo è bello.

Ci fermiamo per un caffè al bar già aperto e iniziamo l'escursione alle 7,45.

Percorriamo la vallata in piano fino alle Fornaci m. 1250, sono le 8,00.

Da qui inizia la bella mulattiera che sale gradatamente e che superato l'Alpe Cortenuovo m. 1793 alle 9,05, ci porta all'Alpe Scaredi m. 1842 alle 9,15. Sosta per la colazione e ripartenza alle 9,30.

Prendiamo il sentiero che parte a destra dell'alpeggio, all'inizio in falsopiano, poi superato un laghetto si inizia a salire. Nei tratti in ombra dobbiamo fare molta attenzione perchè nella notte ha gelato e il terreno è tutto bianco dalla brina e sembra di camminare sul sapone. Arriviamo ad un bivio alle 10,00, a sinistra si sale alla Laurasca, noi giriamo a destra e arriviamo alla Bocchetta di Scaredi m. 2095 alle 10,25. Il percorso fino alla bocchetta è tutto in ombra, quindi lo percorriamo con estrema attenzione.

Arrivati alla bocchetta siamo finalmente al sole. Proseguiamo in cresta su continui saliscendi, fino all'ultima discesa che ci porta alla Bocchetta di Campo m. 1994 alle 11,40. Sosta e ripartenza alle 11,55. L'intenzione è di andare alla Cima Pedum, quindi prendiamo il sentiero che scende a destra, ma purtroppo torniamo ad essere in ombra, ed è tutto bianco dalla brina. Ad un certo punto arriviamo ad una grossa placca di roccia completamente ricoperta di brina gelata. Non potendola aggirare decidiamo di non rischiare e siamo costretti a ritornare sui nostri passi. Torniamo alla Bocchetta di Campo alle 12,30 e ci fermiamo per il pranzo.

Iniziamo il ritorno alle 13,35 dallo stesso percorso dell'andata. Superiamo la Bocchetta di Scaredi alle 14,40 e arriviamo all'Alpe Scaredi alle 16,00.

Li aspettiamo il ritorno di due di noi che al bivio hanno deciso di salire alla Laurasca.

Tornano alle 16,50 e alle 17,00 ripartiamo.

Superiamo l'Alpe Cortenuovo alle 17,10, le Fornaci alle 18,00 e arriviamo alle auto alle 18,35. Bellissima gita con circa 16 chilometri di sviluppo e 1300 metri di dislivello, con tempo bellissimo. Peccato per il ghiaccio e la brina che ci hanno impedito di raggiungere la Cima Pedum.

a sinistra la Laurasca
a sinistra la Laurasca

Video

Fotogallery (di Gianni baffo)

Fotogallery (di Vanessa)

Fotogallery (di Simona)


Fotogall. (diAntonella)

Fotogall. (di Gabriele)


Sul Monte Todum m. 1298
Sul Monte Todum m. 1298
Verso il Pizzo Pernice
Verso il Pizzo Pernice
Sul Pizzo Pernice m. 1506
Sul Pizzo Pernice m. 1506
All'Alpe Curgei m. 1350
All'Alpe Curgei m. 1350