2ª Ghiacciaio di Rossboden 20/02/2020

Veduta dal ghiacciaio di Rossboden
Veduta dal ghiacciaio di Rossboden

Giovedì 20 febbraio, sereno un pò velato, assenza di vento, partecipano Luca, Brunino, Guido.

Partiamo dalla segheria di Egga da 1540 mt. bella neve nonostante il forte vento dei giorni precedenti, attraversiamo il bosco mantenendoci a destra del fiume.

Arrivati all'alpe Rossboden decidiamo di avventurarci per la prima volta in invernale nella curvone da molti battezzato vigorella per la somiglianza a un curvone da velodromo, incontriamo 2 giovani alpinisti decisi a fare il canalone di Rossboden. Li informiamo del recente incidente costato la vita a 2 giovani scialpinisti ginevrini.

Ci immettiamo assieme nel vigorelli e lo spettacolo subito superato il curvone diventa grandioso per l'ampiezza e il contorno delle cime tra i quali spiccava il Fletschorn.

Il dislivello si supera con una certa gradualità e arriviamo sui resti del ghiacciaio di Rossboden dove veniamo accolti da raffiche di veno, la bocchetta del Dezen cui puntavamo presenta degli sbuffi di neve che ci dissuadono dal proseguire alle 12.05 altezza 2704. Anche i giovani alpinisti arrivati alla base del canalone rinunciano.

Quindi spelliamo e subito ci tuffiamo in una bellissima discesa stando attenti ai rapidi cambiamenti di tenuta della neve. Raggiungiamo l'auto alle 13. 1200  mt di dislivello.

Fotogallery (di Luca)

Al lago dei Sabbioni
Al lago dei Sabbioni
Al rifugio 3A m. 2960
Al rifugio 3A m. 2960