1ª Rifugio Crosta 16/02/2020

Descrizione percorso

Il rifugio Pietro Crosta
Il rifugio Pietro Crosta

Ci troviamo alle 8,30 a Intra in 4: Sonia, Maria, Andrea e Gianni baffo.

Andiamo a Varzo, saliamo verso San Domenico e ci fermiamo a Maulone sotto m. 950 dove lasciamo le auto. Sono le 9,40, il tempo è nuvolo.

Saliamo sulla strada, per ora senza neve. Superiamo Maulone sopra m. 1052 alle 10,00, Ple m. 1111 alle 10,30 e arriviamo a Salera m. 1203 alle 10,55. Breve sosta e ripartenza alle 11,05.

Continuiamo sempre sulla strada, superiamo La Pree m. 1297 alle 11,20, intanto cominciamo a trovare tratti innevati. Arriviamo all'alpe Calantiggine m. 1439 alle 11,45.

Da qui siamo sempre su neve, ma non servono ne ciaspole ne ramponcini.

Superiamo Astolo m. 1596 alle 12,25 e arriviamo a destinazione al rifugio Pietro Crosta m. 1751 alle 13,10.

Sosta per il pranzo. Iniziamo il ritorno dallo stesso percorso di salita alle 15,05. Il tempo è sempre nuvolo ma non fa freddo.

Superiamo Astolo alle 15,30, Calantiggine alle 16,05, La Pree alle 16,30, Salera alle 16,45, Ple alle 17,05 e arriviamo all'auto alle 17,40.

Gita sempre bella con circa 800 metri di dislivello e poco più di 16 chilometri di sviluppo, con tempo sempre nuvolo.

Fotogallery (di Gianni baffo)

Foto di gruppo sul Todum
Foto di gruppo sul Todum
In mezzo a un mare di foglie
In mezzo a un mare di foglie