10ª Sasso Grande e Motto Gianin 03/06/2018

Giuliana e Danzio in un passaggio delicato
Giuliana e Danzio in un passaggio delicato

 

Domenica 3giugno 2018 Luca, Danzio e Giuliana. Molto caldo e afa.

 

Partiti dai 200 mt di Nibbio lasciate le auto davanti agli asprimonti, imbocchiamo la via rio  Nibbio

 

seguendo l'indicazione palestra roccia panoramica.

 

Si arriva di fronte a una parete di roccia attrezzata e aiutandosi con una corda si scende sul rio Nibbio, sulla riva opposta c'e un evidente freccia bianca, un sentiero ben segnato che porta alla bella palestra panoramica che sorge sui resti ben conservati delle fortificazioni Cadorna .

 

Imboccato un buio cunicolo si arriva in una postazione per cannone in caverna, di qui si seguono i segni blu e ometti   che per un irto e difficile sentiero prima esposto su roccia poi in bosco fitto di castagni porta ad una sella erbosa. Di qui sulla destra si giunge in breve alla vetta del Sasso Grande, dove nel 2017 è stata posta una grande croce illuminata di notte grazie ad un pannello solare.

 

Cerchiamo subito il sentiero che porta alla sovrastante cima  del Mot Gianin, troviamo una traccia esile con segni rossi e ometti, percorriamo gli ultimi 250 mt che portano alla cima. A metà troviamo una piazzaforte per cannone con annesso osservatorio.

 

In  cima c'è un bellissimo querceto. Mangiamo all'ombra, la discesa è difficile, i segni sono per la salita per qui attenti a non perdersi.

 

Bellissima gita per antichi sentieri. Dislivello 1150 mt. molta fatica.

 

Fotogallery (di Luca)