43ª Pizzo D'Omo (da Gonte) 30/11/2023

Il lago Maggiore, a destra in basso Pollino
Il lago Maggiore, a destra in basso Pollino

Descrizione percorso

In vetta al Pizzo D'Omo
In vetta al Pizzo D'Omo

Ritrovo ore 8,00, come al solito se il tempo è brutto siamo in pochi, 3; Nadia (con Buba) Sandro e Gianni baffo.

Andiamo ad Oggebbio e saliamo a Gonte m. 272 dove lasciamo la macchina. Sono le 8,25, il tempo è nuvolo.

Prendiamo il sentiero che sale ripido sopra il paese, superiamo Mozzola m. 435 alle 8,55 e arriviamo ad un bivio nei pressi di una Cappella alle 9,10. Intanto inizia a nevicare. Saliamo a destra, il sentiero che sale molto ripido sarebbe anche bello, non fosse per le moltissime foglie che impediscono di vedere dove mettiamo i piedi, quindi saliamo con fatica. Arriviamo all'Alpe Casola m. 883 alle 10,00. La salita per ora è finita. Non nevica più.

Proseguiamo a sinistra su strada sterrata che, in piano ci porta a Manegra m. 883, dove arriviamo alle 10,35. Scendiamo un tratto sulla strada fino alla località Luera m. 818 alle 11,00. Riprendiamo la salita a sinistra, alle 11,10 ad un bivio saliamo a destra e arriviamo in vetta al Pizzo D'Omo m. 1075 alle 11,40. Sosta per le foto di rito e ripartenza alle 11,50.

Scendiamo dalla parte opposta su bel sentiero, fino a Pian di Sole, dove giriamo a sinistra, percorriamo un tratto di strada e prendiamo il sentiero che scende a sinistra, che ci porta a Pollino m. 762, al ristorante Canetta dove ci fermiamo per il pranzo alle 12,30.

Ripartiamo alle 13,20, saliamo all'antenna di Pollino alle 13,30 e prendiamo il bel sentiero, anche questo ricoperto di foglie, che scende verso la Trinità. Superiamo la Cappella della sabbia rossa m. 640 alle 14,05 e arriviamo poco sopra la Trinità a quota 380 circa dove prendiamo la "via delle genti" alle 14,30. Scendiamo a Deccio m. 287, dove arriviamo alle 14,45, proseguiamo a sinistra, risaliamo a quota 450 e scendiamo a Novaglio m. 352 alle 15,30. Proseguiamo, sempre sulla "via delle genti", superiamo Camogno m. 282 alle 15,45, Cadevecchio m. 266 alle 16,00 e arriviamo a Gonte alle 16,10. Bel giro ad anello, che doveva essere tranquillo, invece è stato di 18,500 chilometri di sviluppo e 1220 metri di dislivello, con tempo migliore del previsto, ha nevischiato una mezzora, poi è migliorato ed è uscito anche un pallido sole.

Deccio
Deccio

Fotogallery (di Gianni baffo)

All'alpe Sorba
All'alpe Sorba
Al bivacco dell'alpe Toso
Al bivacco dell'alpe Toso
Si scende
Si scende
Guado
Guado