31ª Le bianche guglie del Lebendum 24/08/2023

Il lago dei Sabbioni (foto di Luciano)
Il lago dei Sabbioni (foto di Luciano)
A sinistra i laghi Vannino e Sruer, al centro l'Arbola, a destra il lago dei Sabbioni (foto di Luciano)
A sinistra i laghi Vannino e Sruer, al centro l'Arbola, a destra il lago dei Sabbioni (foto di Luciano)

Descrizione percorso

Le bianche guglie di Lebendum
Le bianche guglie di Lebendum

Ritrovo ore 6,30, siamo in 6: Nadia (con Buba), Doda, Pier, Massimo, Luciano e Gianni baffo. Passiamo a Gravellona a prendere Sandro. Totale 7 e un cane.

Dopo un caffè a Baceno saliamo in val Formazza, fino al termine della strada a Riale ai piedi della diga del lago di Morasco m. 1750.

Sono le 8,30, il tempo è bello.

Saliamo alla diga del lago alle 8,40 e costeggiamo il lago fino al termine dove ad un bivio, alle 9,00 giriamo a sinistra e prendiamo il sentiero che sale ripido. Alle 9,55 arriviamo ad un baitino. Sosta per la colazione e ripartenza alle 10,05. Ora il sentiero prosegue meno ripido e ci porta al lago dei Sabbioni m. 2504 alle 11,00. Saliamo a sinistra del lago e alle 11,10 arriviamo al rifugio Somma Lombardo m. 2561.

qualche metro prima del rifugio, a sinistra parte il sentiero G37 che prendiamo e che ci porta sopra al lago di Ban alle 12,05. Scendiamo per circa 120 metri e raggiungiamo il lago m. 2618 alle 12,30. Sosta e ripartenza alle 12,40.

Saliamo a destra del lago su sfasciumi, ma il percorso è molto ben segnato e non si può sbagliare. Raggiungiamo un pianoro e saliamo a destra fino ad arrivare in vetta al Pizzo del Costone m. 2950 alle 14,00. Da qui si vedono le guglie del Lebendum, ma per arrivarci si deve scendere per un cinquantina di metri su sentierino molto ripido. Nadia, Doda, Luciano e Pier decidono di fermarsi li. Massimo, Sandro e io scendiamo e raggiungiamo le bianche guglie del Lebendum m. 2935 alle 14,15. Dopo le foto di rito, alle 14,25 Massimo e Sandro decidono di fare il giro ad anello e scendono verso il lago di Sruer per poi salire al passo di Nefelgiu e da li tornare al lago di Morasco. Io invece torno dal percorso di andata. Risalgo al Pizzo del Costone alle 14,40 e raggiungo gli altri che nel frattempo erano scesi più in basso alle 14,50. Brevissima sosta per un panino e ripartenza alle 15,00.

Scendiamo al lago di Ban alle 15,40, saliamo sopra al lago alle 16,10 e iniziamo la discesa che ci porta al rifugio Somma Lombardo alle 16,35. Sosta al rifugio per una bevuta e ripartenza alle 16,50. Torniamo al lago dei Sabbioni alle 17,00. Intanto il tempo è peggiorato e minaccia temporale con tuoni, ma per ora non piove.

Scendiamo al baitino del mattino alle 17,30 e affrontiamo il ripido sentiero per tornare al lago di Morasco. Quando siamo quasi arrivati al lago inizia a piovere. arriviamo al lago alle 18,15 e ci fermiamo sotto il tetto di una baita ad attrezzarci per la pioggia.

Ripartiamo alle 18,25 e arrivi9amo alla diga alle 18,35. da qui scendiamo a Riale alle 18,50, dove ci stanno già aspettando Massimo e Sandro arrivati prima di noi dal giro ad anello.

Bella gita con 20 chilometri e mezzo di sviluppo e 1550 metri di dislivello, con tempo bello fino a metà del ritorno, poi con temporale e pioggia non molto forte.

L'Arbola e il suo ghiacciaio
L'Arbola e il suo ghiacciaio
Lago dei sabbioni
Lago dei sabbioni

Fotogallery (di Gianni baffo)

Fotogallery (di Massimo)

Fotogallery (di Nadia)

Video

Il gruppo delle Signore
Il gruppo delle Signore
Su La Pelosa
Su La Pelosa
Al Santuario di Boca
Al Santuario di Boca
Alla torre di Cavallirio
Alla torre di Cavallirio