21ª Val Artogna, Alpe Campo 15/06/2023

Descrizione percorso

Alpe Campo
Alpe Campo

Ritrovo alle 7,10 a Gravellona, siamo in 2: Sandro e Gianni baffo.

Andiamo a Varallo dove ci raggiunge Stella. Totale siamo in 3.

In auto risaliamo la Valsesia fino a Campertogno, dove al semaforo giriamo a sinistra e saliamo in località Otra m. 890 dove lasciamo la macchina nel parcheggio al termine della strada. Sono le 8,45, il tempo è bello.

Saliamo per un breve tratto sulla strada sterrata fino ad un bivio, dove facciamo una deviazione a destra per andare a vedere la cascata del Tinaccio (vedi fotogallery), torniamo sui nostri passi e riprendiamo la strada sterrata alle 9,05.

Dopo una deviazione  per prendere un sentiero scorciatoia, torniamo sulla strada e arriviamo ad una Cappella alle 9,35, continuiamo fino al termine della strada e prendiamo il bel sentiero che superati i ruderi dell'Alpe Cascine piane m. 1149 alle 9,50, i ruderi dell'Alpe Giavinaccia, subito dopo ci porta ad attraversare il torrente Artogna su un bel ponte alle 10,10. Giriamo a sinistra costeggiando il torrente, subito dopo, alle 10,15 superiamo la Chiesa della Madonna della neve. Continuiamo e poco dopo troviamo una grossa mandria di mucche che pascolano tranquille sul sentiero, le superiamo e arriviamo all'Alpe Rosè m. 1265 alle 10,35, continuiamo, superiamo l'Alpe Banchelle m. 1280 alle 10,40 e arriviamo all'Alpe Canvaccia m. 1544 alle 11,40. Sosta per la colazione e ripartenza alle 12,00.

Saliamo a destra, sempre su bel sentiero e sempre costeggiando il torrente che scorre più in basso, superiamo la fontana dei preti m. 1700 alle 12,30 e arriviamo all'Alpe Casera di sopra m. 1706 alle 12,45, riprendiamo a salire e arriviamo all'Alpe Campo m. 1889 alle 13,25. Sosta per mangiare. Alle 14,05 il tempo sembra peggiorare e minaccia pioggia, cosi iniziamo il ritorno dallo stesso percorso di andata. Per fortuna non piove e torna anche il sole. 

Superiamo l'Alpe Casera di sopra alle 14,30, l'Alpe Canvaccia alle 15,20, l'Alpe Banchelle alle 16,05 e l'Alpe Rosè alle 16,10. Poco dopo ritroviamo la mandria di mucche, sempre sul sentiero, le superiamo e arriviamo al ponte sull'Artogna alle 16,35.

Sembra ancora che venga a piovere, ma dopo qualche goccia smette e torna il sole. Superiamo l'Alpe Cascine piane alle 16,50 e arriviamo alla strada sterrata alle 16,55.

Scendiamo su di essa e arriviamo a Otra alle 17,30.

Bella gita, molto lunga, con 21 chilometri di sviluppo e 1130 metri di dislivello, con tempo tutto sommato quasi sempre bello.

Fotogallery (di Gianni baffo)

Video

Foto di gruppo
Foto di gruppo
Quasi in vetta al Giezza
Quasi in vetta al Giezza
Partenza da San Bernardo
Partenza da San Bernardo
Breve sosta
Breve sosta
Birretta al termine
Birretta al termine
Birretta
Birretta