22ª Monte Faierone e Monte Giove 14/10/2021

Descrizione percorso

Arrivo al Monte Faierone m. 1715
Arrivo al Monte Faierone m. 1715

Ritrovo alle 7,30, siamo in 4: Gerry, Luciano, Marco e Gianni baffo.

Andiamo a Cannobio, la superiamo e giriamo a sinistra verso S. Agata. Prima di arrivarci giriamo a destra e saliamo a Cinzago m. 501 dove lasciamo l'auto a lato della strada. Sono le 8,30, il tempo è bello.

Superato il paese dal caratteristico campanile triangolare prendiamo la mulattiera che ci porta a San Bartolomeo in Montibus m. 523 che raggiungiamo alle 8,50. Proseguiamo, manchiamo il bivio che gira a sinistra (che dovremmo prendere) e scendiamo un centinaio di metri fino oltre il paesino di Formine. Ci accorgiamo dell'errore e torniamo sui nostri passi. Finalmente arriviamo al bivio alle 9,20, giriamo, in questo caso a destra e prendiamo la mulattiera che superato Pizzocca m. 714 alle 9,50, ci porta a in L'Agher m. 1029 alle 10,25 dove ci fermiamo per la colazione. Ripartiamo alle 10,40 e prendiamo il sentiero molto ripido che ci porta in cresta alle 12,10. Giriamo sulla sinistra e affrontiamo l'ultimo tratto, sempre ripidissimo e verso la fine attrezzato con due catene che ci porta ad un pratone, anche quello molto ripido e da li in vetta al Monte Faierone m. 1715 alle 12,40. Lo spettacolo circostante è bellissimo (vedi video).

Ci fermiamo in vetta per il pranzo e iniziamo la discesa, dal lato opposto la salita alle 13,30. Il sentiero, sempre evidente e ben segnato scende dapprima ripido, poi più dolce fino a Scierz m. 1235 dove alle 14,25 prendiamo la gippabile che scende a Rombiago m. 1167. Arrivati a Rombiago alle 14,45, invece di proseguire a sinistra sulla gippabile, saliamo dritti e arriviamo in vetta al Monte Giove m. 1298 alle 15,00.

Anche qui il panorama circostante è bellissimo (vedi video). Ripartiamo alle 15,20 e ancora scendiamo dal lato opposto la salita, su sentiero ripido che ci riporta sulla gippabile, scendiamo a destra fino a Marcalone m. 870 alle 16,00, dove ci fermiamo all'agriturismo a bere una birra.

Ripartiamo alle 16,25, torniamo sulla strada, ora asfaltata e arriviamo a Cinzago alle 17,10. Bellissima gita, abbastanza faticosa con 15 chilometri di sviluppo e 1400 metri di dislivello, con tempo ottimo. 

Da sinistra, Weissmies, Lagginhorn, Fletschorn, a destra Braithorn e Leone
Da sinistra, Weissmies, Lagginhorn, Fletschorn, a destra Braithorn e Leone

Fotogallery (di Gianni baffo)

Il lago Maggiore, a sinistra Brissago, Ascona e Locarno, a destra Cannobio
Il lago Maggiore, a sinistra Brissago, Ascona e Locarno, a destra Cannobio

Video

Sul Monte Todum m. 1298
Sul Monte Todum m. 1298
Verso il Pizzo Pernice
Verso il Pizzo Pernice
Sul Pizzo Pernice m. 1506
Sul Pizzo Pernice m. 1506
All'Alpe Curgei m. 1350
All'Alpe Curgei m. 1350