22ª Monte Faierone e Monte Giove 14/10/2021

Descrizione percorso

Arrivo al Monte Faierone m. 1715
Arrivo al Monte Faierone m. 1715

Ritrovo alle 7,30, siamo in 4: Gerry, Luciano, Marco e Gianni baffo.

Andiamo a Cannobio, la superiamo e giriamo a sinistra verso S. Agata. Prima di arrivarci giriamo a destra e saliamo a Cinzago m. 501 dove lasciamo l'auto a lato della strada. Sono le 8,30, il tempo è bello.

Superato il paese dal caratteristico campanile triangolare prendiamo la mulattiera che ci porta a San Bartolomeo in Montibus m. 523 che raggiungiamo alle 8,50. Proseguiamo, manchiamo il bivio che gira a sinistra (che dovremmo prendere) e scendiamo un centinaio di metri fino oltre il paesino di Formine. Ci accorgiamo dell'errore e torniamo sui nostri passi. Finalmente arriviamo al bivio alle 9,20, giriamo, in questo caso a destra e prendiamo la mulattiera che superato Pizzocca m. 714 alle 9,50, ci porta a in L'Agher m. 1029 alle 10,25 dove ci fermiamo per la colazione. Ripartiamo alle 10,40 e prendiamo il sentiero molto ripido che ci porta in cresta alle 12,10. Giriamo sulla sinistra e affrontiamo l'ultimo tratto, sempre ripidissimo e verso la fine attrezzato con due catene che ci porta ad un pratone, anche quello molto ripido e da li in vetta al Monte Faierone m. 1715 alle 12,40. Lo spettacolo circostante è bellissimo (vedi video).

Ci fermiamo in vetta per il pranzo e iniziamo la discesa, dal lato opposto la salita alle 13,30. Il sentiero, sempre evidente e ben segnato scende dapprima ripido, poi più dolce fino a Scierz m. 1235 dove alle 14,25 prendiamo la gippabile che scende a Rombiago m. 1167. Arrivati a Rombiago alle 14,45, invece di proseguire a sinistra sulla gippabile, saliamo dritti e arriviamo in vetta al Monte Giove m. 1298 alle 15,00.

Anche qui il panorama circostante è bellissimo (vedi video). Ripartiamo alle 15,20 e ancora scendiamo dal lato opposto la salita, su sentiero ripido che ci riporta sulla gippabile, scendiamo a destra fino a Marcalone m. 870 alle 16,00, dove ci fermiamo all'agriturismo a bere una birra.

Ripartiamo alle 16,25, torniamo sulla strada, ora asfaltata e arriviamo a Cinzago alle 17,10. Bellissima gita, abbastanza faticosa con 15 chilometri di sviluppo e 1400 metri di dislivello, con tempo ottimo. 

Da sinistra, Weissmies, Lagginhorn, Fletschorn, a destra Braithorn e Leone
Da sinistra, Weissmies, Lagginhorn, Fletschorn, a destra Braithorn e Leone

Fotogallery (di Gianni baffo)

Il lago Maggiore, a sinistra Brissago, Ascona e Locarno, a destra Cannobio
Il lago Maggiore, a sinistra Brissago, Ascona e Locarno, a destra Cannobio

Video

Verso Montrigiasco
Verso Montrigiasco
Alla cascata Tina Bautina
Alla cascata Tina Bautina
Dalla chiesa di Dagnente
Dalla chiesa di Dagnente
Arrivo a Oleggio Castello
Arrivo a Oleggio Castello