21ª Cima Verosso 03/09/2020

Weissmies, Lagginhorn e Fletschorn
Weissmies, Lagginhorn e Fletschorn

Descrizione percorso

La cima Verosso
La cima Verosso

Ritrovo alle 7,15 a Domodossola, siamo in 4: Franco, Paolo, Gerry e Gianni baffo.

Saliamo in val Bognanco fino al termine della strada a San Bernardo m. 1628 dove lascialo la macchina nell'ampio spiazzo adibito a parcheggio. Sono le 8,00, il tempo è bello.

Prendiamo il sentiero che parte in fondo al parcheggio, cartello indicatore su una pianta, molto ben segnato che ci porta in cresta alle 9,10.

Da adesso si sale quasi sempre in cresta. Alle 9,30 ci fermiamo per la colazione e ripartiamo alle 9,40.

Arriviamo ad una bocchetta con cartelli indicatori alle 9,45, proseguiamo sulla destra, superiamo un tratto un po esposto attrezzato con vecchie corde fisse e affrontiamo l'ultimo tratto che ci porta in vetta alla Cima Verosso m. 2444 alle 10,50. La vista è spettacolare (vedi filmato). Iniziamo la discesa a destra da dove siamo saliti alle 11,00.

Il sentiero, sempre ben segnato, scende ripido e ci porta alla Bocchetta di Ragozza alle 11,45. Prendiamo il sentiero sulla sinistra e arriviamo al rifugio Gattascosa (aperto) m. 2000 alle 12,10. Sosta per una birra e ripartenza alle 12,25.

Risaliamo un breve tratto, quindi scendiamo al lago di Ragozza m. 1958 dove ci fermiamo per il pranzo alle 12,30. Ripartiamo alle 13,30 e, sempre su bel sentiero arriviamo a San Bernardo alle 14,50.

Gita non faticosa, con circa 800 metri di dislivello e 9 chilometri di sviluppo, con tempo bello.

Lago di Ragozza
Lago di Ragozza

Fotogallery (di Gianni baffo)

Video

Sulla Punta dei Camosci m. 3044
Sulla Punta dei Camosci m. 3044
Scendendo dalla Punta dei Camosci
Scendendo dalla Punta dei Camosci