2ª Nei boschi di Colazza 09/01/2020

Descrizione percorso

Colazza
Colazza

Ritrovo alle 7,15, siamo in 6: Mara, Gabrio, Gianni, Vittorio, Serafino e Gianni baffo.

Andiamo a Ghevio, dove nel parcheggio del supermercato Tigros ci raggiungono: Stella, Fabio, Gianpaolo, Renzo e Franco. Totale 11.

In auto saliamo a Colazza m. 517 e, superato il paese le lasciamo nel parcheggio del cimitero. Sono le 8,30, il tempo è bello.

Scendiamo a destra una decina di metri e prendiamo la gippabile sulla sinistra.

Superate tre belle fontanelle (vedi fotogallery) alle 9,45 arriviamo alla Cappella del Vago m. 690 alle 9,50. Sosta per la colazione e ripartenza alle 10,10. Prendiamo la mulattiera che parte a destra della Cappella, arrivati ad un bivio alle 10,35 giriamo a sinistra fino a raggiungere un altro bivio alle 11,10 dove giriamo a destra e prendiamo il sentiero di Novara.

Arriviamo all'Alpe del Bosco m. 741 alle 11,30, giriamo a sinistra, poi dopo un breve tratto scendiamo sulla destra e raggiungiamo una bella baita ristrutturata (il Roccolo) alle 11,45. Qui scendiamo a destra sul percorso ben segnato delle mountain-bike che ci riporta sulla strada e in breve a Colazza e alle auto alle 12,30.

In macchina andiamo al Circolo di Tapigliano (lo consigliamo, perchè si mangia bene e si spende poco) per il pranzo.

Al termine, per niente stanchi tutti a casa.

Gita tranquilla con circa 300 metri di dislivello e poco più di 11 chilometri di sviluppo con tempo bello.

Fotogallery (di Gianni baffo)

Foto di gruppo sul Todum
Foto di gruppo sul Todum
In mezzo a un mare di foglie
In mezzo a un mare di foglie