13ª Scatta Minoia 09/07/2020

Il bivacco Ettore Conti, alla Scatta Minoia
Il bivacco Ettore Conti, alla Scatta Minoia

Ritrovo alle 6,30. Dopo un caffè a Baceno saliamo in val Formazza, fino a Valdo, dove prendiamo la seggiovia che ci porta al Sagersboden m. 1772, dove arriviamo alle 8,25. Il tempo è bello.

Prendiamo la gippabile che sale all'inizio ripida, poi in falsopiano fino ad affrontare l'ultima salita che porta alla dighetta, che raggiungiamo alle 9,10.

Continuiamo, sempre in falsopiano a arriviamo al lago Vannino e al rifugio Margaroli m. 2194 alle 9,40. Sosta per un caffè e ripartenza alle 10,00.

Scendiamo brevemente a destra del rifugio e prendiamo il bel sentiero che costeggia il lago sulla destra. Superiamo l'alpe Curzalma m. 2279 alle 10,35 e affrontiamo l'ultima salita, nell'ultimo tratto sulla neve, che porta alla Scatta Minoia m. 2599 (potevano anche mettere 2600) che raggiungiamo alle 11,40.

Sosta per le foto e filmato di rito, quindi iniziamo il ritorno dallo stesso percorso di salita alle 11,55.

Scendiamo nei prati dell'alpe Curzalma dove ci fermiamo per il pranzo in riva al ruscello alle 12,45. Ripartiamo alle 13,30 e arriviamo al rifugio Margaroli alle 14,00. Sosta per un altro caffè e ripartenza alle 14,30.

Superiamo la dighetta alle 15,00 e arriviamo al Sagersboden alle 15,30. Prendiamo la seggiovia e scendiamo a Valdo alle 15,45.

Bella gita con 17 chilometri e mezzo di sviluppo e circa 850 metri di dislivello, con tempo bello.

 

A destra l'Arbola
A destra l'Arbola
Veduta dalla Scatta Minoia
Veduta dalla Scatta Minoia

Fotogallery (di Gianni baffo)

Video

Al lago dei Sabbioni
Al lago dei Sabbioni
Al rifugio 3A m. 2960
Al rifugio 3A m. 2960