49ª Anello e vetta del monte Cornaggia 28/11/2019

Descrizione percorso

Il lago Maggiore dal Sasso del Pizzo
Il lago Maggiore dal Sasso del Pizzo

Ritrovo alle 7,15, siamo in 9: Gabrio, Mirco, Armando, Gianni, Vittorio, Paolo, Gerardo, Luciano e Gianni baffo.

Andiamo a Ghevio e ci fermiamo al bar del supermercato Tigros, dove ci raggiungono: Stella, Ljuba, Gianpiero, Fabio, Franco M., Aldo, Gianpaolo, Paolo Crosa Lenz, Angelo, Marco, Franco, Alcide e Renzo.

Totale siamo in 22, con gradito rientro di 3 soci più o meno infortunati.

In auto saliamo fino in località Lavarina m. 626 dove le lasciamo nell'ampio spiazzo. Sono le 8,20, il tempo è nuvolo ma senza minaccia di pioggia.

Prendiamo la gippabile che sale a destra e ci porta al Sasso del Pizzo m. 763 dove arriviamo alle 8,40. Sosta per le foto di rito allo stupendo panorama sul lago Maggiore e ripartenza alle 8,55.

Prendiamo il sentiero che parte a destra e in falsopiano raggiungiamo il Giogo del Cornaggia m. 823 alle 9,25.

Proseguiamo sempre a destra e su bel sentiero arriviamo in vetta al monte Cornaggia m. 921 alle 9,40.

Sosta per la colazione e ripartenza alle 9,55. Scendiamo a sinistra rispetto il percorso di salita. Arriviamo ad un bivio con bella Cappella alle 10,50, giriamo a destra e superato l'Alpe Carà m. 747 alle 11,00, l'Alpe Airola m. 695 alle 11,25, la località Pianzaghi alle 12,00, arriviamo a Lavarina alle 12,15.

Saliamo in auto e andiamo a Paruzzaro dove ci fermiamo al circolo ACLI per il pranzo.

Al termine dell'ottimo e a buon mercato pranzo risaliamo in macchina e tutti a casa.

Gita non faticosa con poco più di 300 metri di dislivello e 11 chilometri di sviluppo, con tempo tutto sommato non brutto.

 

Il lago Maggiore dal Sasso del Pizzo
Il lago Maggiore dal Sasso del Pizzo
La sponda lombarda nella foschia
La sponda lombarda nella foschia
Il lago Maggiore
Il lago Maggiore

Fotogallery (di Gianni baffo)

Video

Foto di gruppo sopra l'Alpe Sunfaì
Foto di gruppo sopra l'Alpe Sunfaì
Foto di gruppo nella baita di Vittorio S.
Foto di gruppo nella baita di Vittorio S.