47ª Cascine di Ameno 14/11/2019

Descrizione percorso

Ameno
Ameno

Ritrovo alle 7,15, siamo in 7: Paolo, Gerardo, Gianni, Luca, Serafino, Savino e Gianni baffo. Andiamo a Gravellona dove ci raggiungono: Stella, Gabrio, Franco e Renzo. In auto andiamo ad Invorio dove ci stanno aspettando: Stella, Fabio e Aldo (un amico di Stella). Totale siamo in 14. Andiamo poco oltre Invorio, in località Mornerona d'Invorio m. 400 circa dove lasciamo le auto in un prato. Sono le 8,20, il tempo è brutto, pioviggina.

Prendiamo la gippabile che parte a destra. Arrivati ad un bivio alle 9,15 giriamo a sinistra per andare a visitare la Chiesetta della Madonna del Barro m. 581 che raggiungiamo alle 9,20. Ripartiamo alle 9,30, torniamo al bivio e giriamo a sinistra.

Arriviamo a Pecorino m. 588 alle 10,15, proseguiamo e raggiunta la strada giriamo a destra (a sinistra è dove scenderemo per il pranzo), dopo un breve tratto su asfalto il percorso ritorna gippabile e ci porta alla Cappella del Vago m. 690 dove arriviamo alle 10,55. Breve sosta e ripartenza alle 11,05.

Torniamo sui nostri passi e raggiunta la strada scendiamo alle Cascine di Ameno, all'osteria La Faima, dove ci fermiamo per il pranzo alle 11,45. Intanto continua a piovigginare.

Dopo aver pranzato (bene) iniziamo il ritorno alle 13,45 dallo stesso percorso di andata.

Superiamo Pecorino alle 14,05, il bivio per la Madonna del Barro, dove giriamo a sinistra alle 14,35 e arriviamo a Mornerona d'Invorio alle 15,20.

Gita non faticosa, con circa 360 metri di dislivello, ma abbastanza lunga, più di 16 chilometri con tempo sempre brutto e piovigginoso.

Ameno e i suoi dintorni
Ameno e i suoi dintorni

Fotogallery (di Gianni baffo)

Foto di gruppo sopra l'Alpe Sunfaì
Foto di gruppo sopra l'Alpe Sunfaì
Foto di gruppo nella baita di Vittorio S.
Foto di gruppo nella baita di Vittorio S.