38ª Cime, Verosso-Mattaroni-Tirone (da Zwischbergen) (CH) 20/09/2018

Descrizione percorso

Arrivo in vetta al Verosso m. 2444
Arrivo in vetta al Verosso m. 2444

Ritrovo alle 6,00, siamo in 6: Mara, Sabrina, Mirco, Gianni, Serafino e Gianni baffo. Passiamo da Gravellona a prendere Gabrio, quindi andiamo a Varzo dove ci raggiungono: Franco, Renzo e Gianpaolo. Totale 10.

Saliamo in Svizzera, a Gondo giriamo a sinistra e prendiamo la strada per Furrgu e la seguiamo fino al laghetto artificiale di Sera. Poco dopo giriamo a sinistra e proseguiamo fino a Bord m. 1300 dove lasciamo le auto a lato della strada. Siamo nella Zwischbergental. Sono le 7,40, il tempo è bello.

Attraversiamo il torrente su un bel ponte e prendiamo il bel sentiero che sale all'Alpe Vaira m. 1865 dove arriviamo alle 9,00. Sosta per la colazione e ripartenza alle 9,20.

Saliamo sopra all'Alpe e ci dirigiamo verso i laghi di Tschawiner.

Superiamo il laghetto di Vaira a quota 2050 alle 9,50, il primo lago (il più grande), quota 2179 alle 10,10 e arriviamo al secondo lago m. 2230 alle 10,45.

Saliamo a destra del lago e superata una immensa pietraia ( salendo vediamo anche il terzo lago in lontananza) arriviamo al Passo di Oriaccia m. 2330 alle 11,15. Siamo sul confine Italo Svizzero.

Saliamo a sinistra del Passo seguendo lievi tracce su percorso all'inizio molto ripido che ci porta in vetta alla Cima Verosso m. 2444 alle 11,35.

Lo spettacolo a 360 gradi è eccezionale. 

Iniziamo la discesa, dalla parte opposta di salita, alle 11,55. Scendiamo sempre su pietraie, su sentiero ripido ma molto ben segnato fino alla Bocchetta di Gattascosa a quota 2100 circa, poi, alle 12,30, iniziamo la ripida salita che ci porta in vetta alla Cima Mattaroni m. 2235 alle 12,50.

Scendiamo dalla parte opposta, in cresta su continui saliscendi il sentiero segue sempre il confine Italo Svizzero, a destra abbiamo la val Bognanco, a sinistra la Val Vaira e arriviamo alla Cima Tirone m. 2205 alle 13,20.

Ci fermiamo in vetta, molto ampia, per il pranzo.

Mentre pranziamo ci raggiungono due signori di Omegna e Ornavasso, Sergio e Aldo con i quali chiacchieriamo amabilmente e scattiamo qualche foto.

Ripartiamo alle 14,20. Scendiamo con Sergio e Aldo fino al Passo di Monscera m. 2103 che raggiungiamo alle 14,30, poi li salutiamo perchè loro scendono a destra dalla Val Bognanco, noi a sinistra dalla Val Vaira. 

Superiamo l'Alpe Possette m. 1730 alle 15,05 e arriviamo a Bord e alle auto alle 16,05.

Bellissima gita con tempo stupendo. 1260 metri di dislivello e 14,600 chilometri.

 

 

Fotogallery (di Gianni baffo)

Video