52ª Parco dei Lagoni di Mercurago 28/12/2017

Descrizione percorso

Il lago più piccolo dei Lagoni di Mercurago
Il lago più piccolo dei Lagoni di Mercurago

Come ultima gita dell'anno scegliamo un percorso facile e con pochissimo dislivello.

Ritrovo alle 7,30, siamo in 4: Gabrio, Gianni, Vittorio e Gianni baffo. Andiamo a Ghevio dove ci raggiungono: da Domodossola Gianpaolo e Franco, da Oleggio Castello Stella e Rosella e da Varese Carlo con la figlia Marina. Totale siamo in 10.

Andiamo in auto a Oleggio Castello e le lasciamo in un parcheggio a lato della strada. Sono le 8,30, il tempo è nuvolo. Proseguiamo sulla strada asfaltata per circa dieci minuti, poi entriamo nel grande Parco del Ticino e proseguiamo sempre su strade sterrate e quasi sempre su poca neve ghiacciata.

Alle 9.30 arriviamo al primo e più grande dei Lagoni di Mercurago, ghiacciato. Sosta per la colazione e ripartenza alle 9,45.

Siamo sempre nel bosco e dopo diverse deviazioni, alle 11,00 abbandoniamo per un breve tratto la strada principale e superato un ponticello arriviamo  al secondo dei Lagoni di Mercurago, anche lui ghiacciato. Alle 11,10 torniamo sui nostri passi e superato il ponticello riprendiamo il percorso principale.

Alle 11,15 ci fermiamo ad una necropoli Romana (vedi fotogallery) e alle 11,40 ad una seconda necropoli.

Alle 12,00 torniamo sulla strada asfaltata e alle 12,15 arriviamo alle auto.

Torniamo a Ghevio per il pranzo alle 12,30, li ci stà aspettando Mara che non aveva potuto partecipare alla gita.

Alle 15,00 circa tutti verso casa.

Gita tranquilla, con tempo quasi sempre nuvolo, ma abbastanza lunga, 12 chilometri e mezzo e con poco dislivello, 157 metri.

Fotogallery (di Gianni baffo)