48ª Pian Cavallone 30/11/2017

Descrizione percorso

Il rifugio del Pian Cavallone m. 1564
Il rifugio del Pian Cavallone m. 1564

Ritrovo alle 7,00, siamo in 7: Mara, Andrea, Gabrio, Armando, Roby, Bruno M. e Gianni baffo.

In auto andiamo ad Intragna, proseguiamo fino al termine della strada in località Gabbio dove le lasciamo nell'ampio piazzale. Sono le 7,55 il tempo è bello.

Scendiamo sulla strada per un tratto fino all'ultimo tornante dove prendiamo il sentiero che scende a destra.

Scendiamo per un centinaio di metri facendo attenzione a non scivolare sulle moltissime foglie che per lunghi tratti ricoprono il sentiero, poi risaliamo all'Alpe Steppio m. 987 alle 8,20. Scendiamo di nuovo, attraversiamo il torrente su un ponticello e risaliamo all'Alpe Faì m. 1058 che superiamo alle 9,30. Continuiamo in falsopiano e arriviamo alla Cappella Porta m. 1019 alle 9,50.

Sosta per la colazione e ripartenza alle 10,05. Saliamo su bel sentiero, superiamo l'Alpe Cornale m. 1346 alle 10,35 e arriviamo al Pian Trussello m. 1385 alle 10,45.

Da qui il sentiero prosegue in piano fino all'uscita del bosco dove inizia l'ultimo tratto che sale al rifugio del Pian Cavallone m. 1564 dove arriviamo alle 11,10.

Il rifugio è chiuso al pubblico, ma stanno lavorando, quindi possiamo entrare a visitarlo e ad ammirare gli ottimi lavori effettuati nelle camere e sulle scale. (vedi fotogallery).

Ripartiamo alle 11,25 e in breve arriviamo alla Cappella del Pian Cavallone.

L'intenzione era di salire al Todano, ma quando arriviamo alla Cappella ci accoglie un forte vento gelido, quindi decidiamo di non salire.

Torniamo sui nostri passi fin sotto al rifugio, dove ad un bivio giriamo a sinistra.

Superiamo l'Alpe Scarpiola m. 1340 alle 12,10, i ruderi dell'Alpe Trecciura alle 12,20, l'Alpe Sunfaì alle 12,25. Mentre scendiamo incontriamo Enzo Aceti (un collega di Gabrio) che si unisce alla compagnia. Arriviamo all'Alpe La Piazza alla baita di Vittorio Sottocornola alle 12,30.

Li ci stanno aspettando, oltre a Vittorio, Roberto e Gianni, saliti in auto a Gabbio e da li a piedi a Piazza.

Vittorio ci ha preparato un ottimo risotto con i funghi e lenticchie con salamini.

Durante il pranzo festeggiamo il compleanno di Armando (proprio oggi).

Alle 15,00 salutiamo Enzo che deve scendere e alle 15,25 scendiamo anche noi a Gabbio dove arriviamo alle 15,30.

Bel giro ad anello rovinato in parte dal vento con tempo ottimo.

 

Fotogallery (di Gianni baffo)