41ª Testa dei Rossi 12/10/2017

Descrizione percorso

La Testa dei Rossi m. 2026
La Testa dei Rossi m. 2026

Ritrovo alle 6,30, siamo in 6: Stella, Mara, Gabrio, Serafino, Roby e Gianni baffo. Andiamo in Val Antrona, fino a Cresti dove ci raggiungono: Marco, Sandro (con Book) e Gianpaolo (con Asia). Totale 9 e 2 cani.

Saliamo a Montescheno m. 702 dove lasciamo le auto nel parcheggio vicino la chiesa. Sono le 7,45, il tempo è bello.

Saliamo su bel sentiero fino a raggiungere la strada sterrata con sbarra che porta agli Alpi di Sogno. Proseguiamo sulla strada, alle 9,10 arriviamo ad un bivio, a destra la strada prosegue per gli Alpi di Sogno, noi giriamo a sinistra su largo percorso che sale con pendenza regolare.

Superiamo l'Alpe Piazzone m. 1200 alle 9,15 e alle 10,00 attraversato il torrente Brevettola ci fermiamo per la colazione.

Ripartiamo alle 10,10, superiamo l'Alpe Vauzone m. 1653 alle 10,30, da qui il sentiero sale molto ripido fino a raggiungere il bel sentiero proveniente dal Passo d'Arnigo.

Superiamo l'Alpe Campo m. 1861 alle 11,00 e arriviamo all'Alpe Ogaggia m. 1977 alle 11,55. Qui in una bella baita ristrutturata e adibita a rifugio troviamo tre gentili signore di Montescheno (Anna, Federica e Lidia) che ci preparano un buon caffè.

Alle 12,25 salutate le nostre ospiti riprendiamo il percorso. Scendiamo per un centinaio di metri alla Forcola m. 1887 alle 12,35 e iniziamo a sinistra la salita, inizialmente su cresta, poi ci spostiamo verso la Val Brevettola e con un ultimo strappo molto ripido arriviamo in vetta alla Testa dei Rossi m. 2026 alle 13,10.

Lo spettacolo a 360 gradi ci ripaga dalla lunga salita. Alle 13,30 iniziamo la discesa dallo stesso percorso fino ad una dorsale, quindi giriamo a sinistra e scendiamo su ripidi pratoni fino a raggiungere il sentiero che proviene dalla Forcola. Raggiunto il sentiero proseguiamo fino alle 14,10 quando ci fermiamo per il pranzo.

Ripartiamo alle 14,50, superiamo la Croce dei "set frei" m. 1525 alle 15,05, l'Alpe Ortighè m. 1410 alle 15,25 e l'Alpe Pradurino m. 1308 alle 15,40.

Proseguiamo scendendo a tratti sulla gippabile e a tratti su sentiero. Superiamo l'Alpe Faiu m. 1255 alle 16,00, l'Alpe la Motta alle 16,20 e arriviamo a Montescheno alle 17,00.

Bellissima e lunga gita con tempo ottimo.

 

Fotogallery (di Gianni baffo)

Video