4ª Il Mottarone (da Gignese) 26/01/2017

MANCA L'ULTIMO PEZZO PERCHE' IL GPS NON PRENDEVA
MANCA L'ULTIMO PEZZO PERCHE' IL GPS NON PRENDEVA

Descrizione percorso

La croce di vetta del Mottarone m. 1490
La croce di vetta del Mottarone m. 1490

Ritrovo alle 7,00, siamo in 7: Giusi, Vittorio, Serafino, Gianni, Roby, Bruno M. e Gianni baffo. Andiamo a Levo dove ci attendono: Gabrio, Armando e dall'Ossola Gianpaolo (con Asia), Tommy e Franco. Totale 12 e un cane.

Lasciamo una macchina a Levo e con le altre andiamo a Gignese, scendiamo al ponte sul torrente Agogna a quota 700 e le lasciamo nel parcheggio antistante l'agriturismo La Miniera. Sono le 8,00, il tempo è bello.

Risaliamo su mulattiera un po' innevata. Superiamo l'Alpe Torona m. 887 alle 8,40. Saliamo puntando alle tre cimette, giunti in cresta proseguiamo fino al monte Del Falò m. 1081 che raggiungiamo alle 9,15. Lo spettacolo circostante è stupendo. Peccato solo una foschia alle quote più basse.

Scendiamo fino ad un bivio con cartelli indicatori nei pressi dell'Alpe Farfossa m. 1029 dove ci fermiamo per la colazione. Sono le 9,40. Riprendiamo il cammino alle 9,50 e arriviamo all'Alpe della Volpe m. 1110 alle 10,25.

Proseguiamo e poco dopo sbuchiamo sulla strada asfaltata.

Superiamo la fonte Federica alle 10,50, il monumento Fornara m. 1312 alle 11,20 e, dopo aver lasciato la strada raggiungiamo la vetta del Mottarone m. 1490 alle 11,45.

Sosta per le foto di rito. Peccato che la foschia in basso ci impedisce la stupenda vista sul Lago Maggiore. Iniziamo la discesa dalla parte opposta alle 11,55.

Giunti sulla strada prendiamo il sentiero che scende a sinistra e, superato il caratteristico masso a forma di ippopotamo alle 12,20 arriviamo all'Alpe Nuovo m. 1205, dove ci fermiamo per il pranzo alle 12,30.

Ripartiamo alle 13,35, proseguiamo a sinistra e saliamo al Monte Zughero m. 1230 che raggiungiamo alle 13,45. Anche qui se non ci fosse la foschia la vista sul lago sarebbe eccezionale.

Torniamo sui nostri passi per circa 100 metri lineari, quindi scendiamo a sinistra sul ripido sentiero facendo molta attenzione a non scivolare sulla poca neve.

Alle 14,00 terminiamo il tratto ripido. Il sentiero diventa una gippabile sempre innevata che ci porta alla strada asfaltata alle 15,30 e a Levo m. 600, dove arriviamo alle 15,55.

Gli autisti vanno a prendere le altre auto lasciate a Gignese, quindi una bevuta al bar di Levo, poi tutti a casa.

Gita sempre bella su uno dei tanti itinerari che portano in vetta al Mottarone con tempo bello. Peccato solo per la foschia sul lago.

Fotogallery (di Gianni baffo)

Foto di gruppo all'Alpe Ogaggia m. 1977 con le nostre ospiti (Anna, Federica e Lidia)
Foto di gruppo all'Alpe Ogaggia m. 1977 con le nostre ospiti (Anna, Federica e Lidia)
Foto di gruppo in vetta alla Testa dei Rossi m. 2026
Foto di gruppo in vetta alla Testa dei Rossi m. 2026