21ª Giro della Porta 25/05/2017

Descrizione percorso

La Porta, il passaggio tra due rocce che dà il nome alla gita
La Porta, il passaggio tra due rocce che dà il nome alla gita

Ritrovo alle 6,30, siamo in 7: Mara, Luca, Gianni, Serafino, Roby, Bruno M. e Gianni baffo.

Andiamo al piazzale della stazione di Ornavasso dove ci raggiungono: Flavia, Lucia e Gabrio provenienti da Quarna sopra, Gianpaolo, Angelo, Osvaldo e Franco provenienti da Domodossola, Guerino, Norberto, Luca e Claudio provenienti da Ornavasso e Fabio proveniente da Trecate. Totale siamo in 19. Saliamo a Sarlede m. 600 circa, un alpeggio sopra Ornavasso e lasciamo le auto nei pressi della baita di Paolo Crosa Lenz, dove ci fermeremo a mangiare al ritorno. Sono le 7,30, il tempo finalmente è bello.

Saliamo per un breve tratto sulla strada asfaltata, quindi prendiamo un sentiero che sale molto ripido sulla destra.

Camminiamo in un bel bosco di faggi, superiamo l'Alpe Trenghi sotto alle 8,05, Trenghi sopra alle 8,25, l'Alpe Schwandie alle 8,50 e arriviamo all'Alpe Bogalti alle 9,00. Sosta per la colazione e ripartenza alle 9,20. Il tratto ripido è finito. Arriviamo ad una chiesetta dove il sentiero si congiunge alla strada alle 9,25.

Proseguiamo sulla strada fino all'Alpe Cortemezzo m. 1331 che raggiungiamo alle 9,35.

Da qui inizia il vero percorso del giro della Porta. Proseguiamo sempre in falsopiano con continui saliscendi, superando numerose vallette su sentiero in molti tratti impegnativo con numerose corde fisse, funi e scalini in metallo fissati nella roccia.

Superiamo la Porta, il passaggio tra due rocce (vedi fotogallery) che dà il nome alla gita alle 10,15 e arriviamo all'Alpe Lisangorto alle 11,40. I tratti impegnativi sono finiti e il sentiero ora scende decisamente.

Superiamo l'Alpe Steyt m. 867 alle 12,15 e arriviamo a Sarlede alle 12,45.

Nella sua baita cj stà aspettando Paolo (con Becks) in compagnia di Sandro (con Book), Roberto (il Presidente) e, proveniente da Briga (CH) Paul. Quindi a mangiare siamo in 23.

Durante il pranzo festeggiamo il compleanno di Paolo. Il tempo, visto la bella compagnia scorre veloce e tra una chiacchera e l'altra arrivano le 16,40 quando dopo i saluti ci dirigiamo tutti a casa.

Bella gita, abbastanza impegnativa con tempo bello.

Fotogallery (di Gianni baffo)