4 Loccia di Peve 28/01/2016

Descrizione percorso

Arrivo in vetta alla Loccia di Peve m. 2130
Arrivo in vetta alla Loccia di Peve m. 2130

Ritrovo alle 7,00, siamo in 12: Giusi, Mara, Sabrina, Gabrio, Mirco, Gianni, Armando, Vittorio, Roby, Tommaso, Bruno M. (Con Willi) e Gianni baffo.

Andiamo a Masera dove ci aspettano Gianpaolo (con Asia) e Angelo. Totale 14 e 2 cani.

Saliamo in Val Vigezzo. Ci fermiamo in località Il Maglio, dove scenderemo al ritorno, a lasciare un auto.

Saliamo ad Albogno m. 1020 e lasciamo le auto poco sopra il paese. Sono le 8,15, il tempo è nuvolo.

Prendiamo il sentiero interrotto a tratti da una gippabile appena costruita che superato Belvedere m. 1097 alle 8,25, sale a tratti molto ripido fino all'Alpe Buriale m. 1875 dove arriviamo alle 10,35. Sosta per la colazione nei pressi del rifugio Usuelli (chiuso) e ripartenza alle 10,50.

Raggiungiamo il Passo della Margina m. 1979 alle 11,00. Saliamo a sinistra in cresta e arriviamo alla Loccia di Peve (Monte Paver) m. 2130 alle 11,25.

Mentre salivamo il tempo è migliorato e a tratti è uscito anche un pallido sole. Lo spettacolo circostante è stupendo. Dopo averlo ammirato e scattato le foto di rito ripartiamo alle 11,40. Scendiamo dalla parte opposta di salita e sempre in cresta raggiungiamo il Monte Alom m. 2011. alle 12,30. Continuiamo e arriviamo alla croce della Cima Rovareccio m. 1757 alle 13,05.

Scendiamo, superiamo un bivio alle 13,25 e arriviamo all'Alpe Pescia m. 1450 alle 13,45.

Sosta per il pranzo e ripartenza alle 14,45.

Superiamo Corte dell'Ariola m. 1420 alle 14,50, l'Alpe Travello m. 1075 alle 15,40, Corte di Mozzio m. 955 alle 16,00 e raggiungiamo Mozzio m. 750 alle 16,15.

Prendiamo il sentiero che ci porta a Il Maglio m. 650, dove avevamo lasciato l'auto alle16,25. Gli autisti vanno a prendere le altre auto, quindi dopo una bevuta in un bar di Masera tutti a casa.

Gita lunga con dislivello maggiore in discesa (1600 m.) che in salita (1200 m.).

 

 

Fotogallery (di Gianni baffo)