37ª Monte Mazzuccone 15/09/2016

Descrizione percorso

La stele di vetta del Monte Mazzuccone m. 1424 (nella nebbia)
La stele di vetta del Monte Mazzuccone m. 1424 (nella nebbia)

Ligi al nostro motto "il giovedì è sacro, si va in montagna con qualsiasi tempo" ci ritroviamo in tre al solito posto sotto il diluvio: Mara, Serafino e Gianni baffo.

Andiamo a Gravellona dove da Domodossola ci raggiungono Gianpaolo e Franco.

Saliamo a Quarna sopra, a casa di Flavia e Gabrio. Gabrio si unisce al gruppo mentre Flavia rimane a casa a preparare la polenta. Quindi siamo in 6.

Sono le 8,30, per fortuna la pioggia è diminuita, piove ma non diluvia.

Scendiamo e risaliamo brevemente a Quarna sopra m. 860 e prendiamo la gippabile che superato Chencio alle 8,45, l'Alpe Preer m. 990 alle 8,55, l'Alpe Ruschini m. 1143 alle 9,15 ci porta all'Alpe Camasca m. 1230 che raggiungiamo alle 9,50. Decidiamo di salire al Monte Mazzuccone m. 1424, mentre saliamo riprende a diluviare. Arriviamo in vetta alle 10,20. Siamo nella nebbia, diluvia e non si vede niente.

Scendiamo subito dallo stesso percorso di salita. Poco dopo la pioggia diminuisce. Superiamo Camasca alle 10,50, l'Alpe Ruschini alle 11,20, l'Alpe Preer alle 11,35 e arriviamo a casa di Flavia e Gabrio alle 11,55.

Poco dopo ci raggiunge Armando. Dopo il sempre ottimo e abbondante pranzo preparato da Flavia (nel frattempo ci ha raggiunto anche Luisa), alle 15,00 circa, tutti verso casa.

Ovviamente non piove più.

Solita gita di quando è brutto con ombrelli sempre aperti.

 

Fotogallery (di Gianni baffo)