33ª Forcola di Larecchio 18/08/2016

Prima parte del percorso, da Arvogno alla Forcola di Larecchio e ritorno al lago Panelatte
Prima parte del percorso, da Arvogno alla Forcola di Larecchio e ritorno al lago Panelatte
Seconda parte del percorso, dal lago Panelatte a Arvogno
Seconda parte del percorso, dal lago Panelatte a Arvogno

Descrizione percorso

La Forcola di Larecchio m. 2196
La Forcola di Larecchio m. 2196

Ritrovo alle 6,15, siamo solo in due: Vittorio e Gianni baffo. Andiamo a Gravellona dove ci raggiungono, provenienti da Quarna sopra: Chiara, Lucia e Gabrio.

Saliamo tutti sulla macchina di Gabrio e andiamo a Domodossola, dove ci aspettano: Gianpaolo (con Asia), Angelo, Alessio e, provenienti da Varese: Carlo con la figlia Marina. Totale siamo in 10 e un cane. Rinunciamo alla meta prevista inizialmente alla Punta di Val Rossa in Formazza per le previsioni del tempo che danno temporali in mattinata e al pomeriggio.

Visto che l'unica zona senza nuvole è la val Vigezzo decidiamo di andarci.

Saliamo a Santa Maria Maggiore e alla rotonda giriamo a sinistra prendendo la strada per Arvogno m. 1247 dove lasciamo le auto nei pressi della partenza della seggiovia poco sotto il paese. Sono le 7,50, il tempo è quasi bello con un pallido sole e nuvole sparse in alto.

Prendiamo la bella mulattiera che superato l'Alpe Verzasco m. 1393 alle 8,15, l'Alpe Villasco m. 1644 alle 9,10 ci porta alle 9,40 all'Alpe i Motti m. 1844 dove ci fermiamo per la colazione. Ripartiamo alle 10,00 e sempre sulla mulattiera raggiungiamo la Cappella di S. Pantaleone m. 1992 alle 10,25. Voltiamo a sinistra e alle 10,40 arriviamo al Lago Panelatte m. 2062. Breve sosta, quindi saliamo a destra del lago fino alla Forcola di Larecchio m. 2146, che raggiungiamo alle 11,05. Sosta per le foto di rito allo stupendo paesaggio che ci circonda, quindi alle 11,25 iniziamo il ritorno dallo stesso percorso di salita.

Torniamo al Lago Panelatte alle 11,40 dove ci fermiamo per il pranzo.

Alle 13,15, visto che il tempo stà peggiorando iniziamo il ritorno. Facciamo una breve deviazione a sinistra per raggiungere il Passo di Fontanalba m. 2024 alle 13,25, quindi torniamo alla Cappella di S. Pantaleone alle 13,35.

Da li sulla mulattiera del percorso di salita scendiamo all'Alpe i Motti alle 13,55, quindi all'Alpe Villasco alle 14,20. Poco dopo inizia a piovigginare, ma poco dopo smette.

Superiamo l'Alpe Verzasco alle 14,55, continua a cadere qualche goccia di pioggia, ma non aumenta. Arriviamo alle auto alle 15,15.

Gita sempre bella con tempo molto migliore del previsto. Siamo riusciti ad arrivare alle auto senza aprire gli ombrelli. Poco dopo mentre scendiamo in auto viene a piovere seriamente, ma dura poco e dopo un po' smette.

Fotogallery (di Gianni baffo)

Video