37 Monte Mazzuccone 17/09/2015

Descrizione percorso

La stele di vetta del Monte Mazzuccone m. 1424 (nella nebbia)
La stele di vetta del Monte Mazzuccone m. 1424 (nella nebbia)

Ci ritroviamo alle 8,00 a Quarna Sopra m.850 circa, a casa di Flavia e Gabrio, siamo in 7: Mara, Gabrio, Gianni, Bruno M. Gianpaolo, Franco e Gianni baffo.

Visto il tempo (piove) decidiamo per un giro ad anello corto.

Dopo un buon caffè, preparato da Flavia, ci avviamo con gli ombrelli aperti. Sono le 8,30.

Attraversiamo il paese, superiamo Chencio m. 880 e prendiamo la gippabile che porta all'Alpe Camasca.

Poco dopo ad un bivio giriamo a destra, superiamo l'Alpe Casarola alle 9,10 e, in ordine sparso, nel bosco, saliamo verso il Monte Mazzuccone m. 1424, con calma, cercando qualche fungo.

Arriviamo in vetta alle 11,00. Soffia un forte vento e siamo immersi nella nebbia.

Prendiamo il sentiero che scende all'Alpe Camasca m. 1230 che raggiungiamo alle 11,25. Giriamo a sinistra e prendiamo la gippabile che superato l'Alpe Ruschini m. 1143 alle 12,00, l'Alpe Preer m. 990 alle 12,15, ci porta a chiudere l'anello al bivio dove avevamo girato a destra all'andata.

Superiamo Chencio alle 12,25 e arriviamo a casa di Flavia e gabrio alle 12,30.

Durante tutto il tragitto siamo rimasti nella nebbia con scrosci d'acqua anche violenti.

Dopo esserci cambiati ci gustiamo l'ottimo pranzo preparato da Flavia (con l'aiuto di Lucia) e alle 15,45 circa torniamo verso casa.

Fotogallery (di Gianni baffo)

Foto di gruppo al rifugio della Barma m. 2060
Foto di gruppo al rifugio della Barma m. 2060
Foto di gruppo al Colle della Barma m. 2261
Foto di gruppo al Colle della Barma m. 2261