35 Rifugio Alpe Colma di Castiglione 03/09/2015

Descrizione percorso

Arrivo al rifugio Alpe Colma m. 1570
Arrivo al rifugio Alpe Colma m. 1570

Ritrovo alle 6,30, siamo in 10: Flavia, Lucia, Mara, Giusi, Gabrio, Andrea, Gianni, Alessandro, Serafino e Gianni baffo.

Andiamo a Piedimulera dove ci raggiungono: Angelo, Franco e Giuseppe. Totale 13.

Saliamo in Val Anzasca, a metà strada tra Pecciola e Molini prendiamo la strada che superato Porcareccia ci porta in località Crotto m. 500 circa dove lasciamo le auto poco prima della sbarra che impedisce il passaggio ai non residenti. Sono le 7,40, il tempo è brutto ma per fortuna non piove.

Superiamo la sbarra e saliamo sulla strada fino alla località Olino che raggiungiamo alle 8,00.

Prendiamo il bel sentiero a sinistra , superiamo l'Alpe La Barca m. 1045 alle 8,50 e arriviamo all'Alpe Cimaipro m. 1250 alle 9,15. Sosta per la colazione e ripartenza alle 9,30. Arriviamo al Rifugio Alpe Colma m. 1570 alle 10,30, siamo nella nebbia.

Decidiamo di proseguire fino al Laghetto m. 1509 che raggiungiamo alle 10,50.

La nebbia aumenta. Torniamo al Rifugio Alpe Colma dove ci fermiamo per il pranzo (molto buono).

Iniziamo il ritorno dallo stesso percorso di salita alle 14,20. La nebbia è sempre più fitta.

Superiamo l'Alpe Aloro alle 14,30, l'Alpe Cimaipro alle 15,15. Quando arriviamo ad Olino inizia a piovere e quando arriviamo alle auto alle 16,25 diluvia.

L'unica nota positiva della gita (a parte la compagnia) è stato il pranzo al Rifugio Alpe Colma, per il resto tempo pessimo con lavata finale.

Fotogallery (di Gianni baffo)