34 Punta d'Aurona 27/08/2015

I DATI RIGUARDANO SOLO IL PERCORSO DI SALITA
I DATI RIGUARDANO SOLO IL PERCORSO DI SALITA

Descrizione percorso

Arrivo in vetta alla Punta d'Aurona m. 2984
Arrivo in vetta alla Punta d'Aurona m. 2984

Ritrovo alle 6,15 a Gravellona, siamo in 10: Mara, Gabrio, Paolo B., Gigi, Alessandro, Luca, Serafino, Bruno M. Bruno C. e Gianni baffo.

Andiamo a Paglino, al confine con la Svizzera dove ci raggiungono: Paola, Paolo, Gianpaolo, Franco, Giuseppe, Guerino e Osvaldo. Totale 17.

Entriamo in Svizzera, saliamo al Sempione, iniziamo la discesa dall'altra parte fino a Rotwald, dove prendiamo la stretta strada asfaltata che in 3 kilometri ci porta a Wintrigmatte m. 2040 dove lasciamo le auto al termine della strada. Sono le 8,10, il tempo è bello.

Prendiamo una gippabile sulla sinistra che ci porta ad un punto panoramico con panchina annessa.

Da li parte il bel sentiero che raggiunto un bivio, alle 8,30, sale sulla destra, dapprima gradatamente poi più ripido. Superati alcuni ruderi arriviamo ad un laghetto, a quota 2500 circa dove ci fermiamo per la colazione. Sono le 9,50.

Nel frattempo si è alzato un forte vento freddo.

Ripartiamo alle 10,00, giriamo a sinistra, superiamo un breve tratto su nevaio e raggiungiamo alcune scalette di metallo fissate nella roccia alle 10,30.

Superate le scalette saliamo alla Forca d'Aurona m. 2686 che raggiungiamo alle 10,40.

Il vento si è un pò calmato. Alle 10,50 iniziamo la salita, sulla sinistra della Forca verso la Punta d'Aurona. La traccia poco marcata, sale sempre più ripida. Quasi in vetta arriviamo ad una paretina esposta di circa 10 metri, dove per sicurezza fissiamo una corda per salire (e soprattutto per scendere) più agevolmente.

Arriviamo in vetta alla Punta d'Aurona m. 2984 alle 11,45. Il panorama sul Leone e le altre vette circostanti è stupendo.

Iniziamo il ritorno alle 12,10, ovviamente dallo stesso percorso di salita, facendo molta attenzione e torniamo alla Forca d'Aurona alle 12,50.

Mantre siamo alla Forca ci raggiungono Assunta (la cognata di Guerino) e sua sorella, salite dal Veglia.

Alle 13,15, salutate Assunta e la sorella scendiamo al laghetto per pranzare. Sono le 13,40.

Ripartiamo alle 15,00, il vento continua a soffiare fino a quando non scendiamo più in basso, poi finalmente smette. Superiamo il punto panoramico alle 15,40 e arriviamo alle auto alle 15,55.

Bella vetta, impegnativa, con tempo bello a parte il vento.

Fotogallery (di Gabrio)

Foto di gruppo alla diga del lago di Devero m. 1856
Foto di gruppo alla diga del lago di Devero m. 1856
Foto di gruppo a Crampiolo m. 1767
Foto di gruppo a Crampiolo m. 1767