3 Alpe Gorta 16/01/2014

Descrizione percorso

Alpe Gorta m. 1330
Alpe Gorta m. 1330

Ritrovo alle 7,00, siamo in 6: Gabrio, Gianni, Armando, Vittorio Bruno e Gianni baffo.

Andiamo a Domo per l’appuntamento con il gruppo dell’Ossola, è solo 1 Gianpaolo con Asia, totale 7 e 1 cane.

In auto saliamo a Cresto m.550 circa e le lasciamo nel parcheggio a lato della strada, sono le 8,15 e il tempo è brutto (nuvolo).

Saliamo a tratti su sentiero e a tratti sulla strada innevata.

Superiamo Traversagno alle 8,25 e giungiamo alla Cappella di Puzoi m.798 alle 9,00. Proseguiamo, a circa quota 1000 metri, presso l’alpeggio di Ceva di Sotto mettiamo le ciaspole perché la neve comincia a essere molta.

Superato l’Alpe Ceva di Sotto alle 9,50 saliamo all’alpe Gorta m. 1330, che raggiungiamo alle 10,45. Breve sosta quindi saliamo a quota  1350 circa e ci fermiamo nella baita (facente sempre parte dell’ Alpe Gorta) di un nostro amico che aveva dato le chiavi a Gianpaolo. Arriviamo a destinazione alle 11,15.

Lunga sosta per il pranzo a base di risotto con funghi preparato da Vittorio (sempre ottimo), salumi e formaggi vari, dolci (della Casa del Dolce portati da Gianni), caffè e ammazzacaffè.

Iniziamo la discesa alle 14,10, il tempo è sempre nuvolo, ogni tanto scappa qualche fiocco di neve.

Alla Cappella di Puzoi togliamo le ciaspole e arriviamo alle auto alle 15,40.

Gita sempre piacevole con bella vista su Domo e la sua valle, con tempo purtroppo nuvolo. Fortuna che ha iniziato a nevischiare mentre giungevamo alle auto.

Fotogallery (di Gabrio)

All'Alpe Scaredi
All'Alpe Scaredi
In vetta alla Laurasca m. 2195
In vetta alla Laurasca m. 2195
In vetta alla Laurasca
In vetta alla Laurasca