19 Monte Faierone 02/05/2013

Descrizione percorso

Il Monte Faierone m. 1706
Il Monte Faierone m. 1706

Ritrovo alle 7,00, siamo in 3: Gianni, Gabrio e Gianni baffo. Dall'ossola arrivano in 3: Gianpaolo, Giuseppe e Franco, con loro arriva anche Armando. In totale siamo in 7.

Andiamo in auto a S. Agata (un paese sopra Cannobio) le lasciamo a quota m.490 circa.

Sono le 7,30 e il tempo è nuvolo ma senza minaccia di pioggia.

Saliamo su bel sentiero che diventa subito ripido. Alle 7,40 superiamo Cinzago m.501, alle 8,00 San Bartolomeo in Montibus m.523, alle 8,20 Pizzocca m.714 e alle 8,35 arriviamo a L'Agher m.1029. Sosta per la colazione e ripartenza alle 8,55. Se il sentiero prima era ripido ora lo è ancora di più.

Alle 10,00 giungiamo in cresta, breve sosta e ripartenza per l'attacco finale alla vetta.

Il sentiero diventa sempre più ripido e in alcuni punti su roccia vi sono delle catene per aiutare a salire. Salendo, sul sentiero troviamo una vipera (vedi fotogallery).

Arriviamo in vetta al Monte Faierone m.1706 alle 10,45. Sosta per le foto di rito al sempre stupendo paesaggio, quindi alle 11,05 iniziamo la discesa dal lato opposto a quello di salita, molto più dolce.

Superiemo Scierz m.1235 alle 11,50 e alle 12,05 arriviamo a Rombiago m.1167 dove ci fermiamo per il pranzo.

Mentre pranziamo esce un pallido sole e fa caldo.

Iniziamo la discesa alle 14,15, superiamo Pian Betulle m.1090 alle 14,35 e giungiamo a Marcalone m.870 alle 15,00. Sosta per una birra all'agriturismo, quindi alle 15,25 riprendiamo la discesa e alle 16,05 arriviamo alle auto.

 

Fotogallery (di Gianni baffo)