42ª Monte Chaberton (F) 29/09/2011

Descrizione percorso

La vetta del Monte Chaberton m. 3115
La vetta del Monte Chaberton m. 3115

Il 28 alle ore 14,00 Gabrio passa a prendere me (baffo) e Gianni, andiamo a Gravellona a prendere Andrea e ci rechiamo all'appuntamento con gli altri, sempre a Gravellona alle 14,30. Dall'Ossola arrivano Giuseppe, Sandro, Franco e Gianpaolo, da Verbania Vittorio, Pucci e Roby. Totale siamo in 11.

Partenza per la val di Susa, al paese di Fenils dove arriviamo alle 17,30.

Andiamo all'agritursmo "La gerla" dove abbiamo prenotato le camere per la notte. Sistematici nelle camere andiamo a fare un giro in paese, poi in macchina andiamo a Cesana a cercare un ristorante dove cenare, dato che all'agriturismo non ci fanno da mangiare. Prenotiamo per le 19,30 e mentre aspettiamo saliamo fino al Sestriere, il tempo è brutto, nuvolo, fa freddo e cè la nebbia, Sestriere non è un granchè.

Riscendiamo a Cesana e dopo aver cenato torniamo all'agriturismo e andiamo a dormire.

Sveglia alle 6,00 e partenza alle 6,30 per Claviere m.1800 circa, dove lasciamo le macchine. Gianpaolo, infortunato non può venire, quindi torna con una macchina a Fenils.

Iniziamo l'escursione alle 7,10, il tempo per fortuna è bello.

Alle 8,15 giungiamo nel Vallon des Baisses nei pressi di una stazione sciistica e saliamo a destra verso i ruderi del Ricovero 7 fontane m.2257, distrutto nel 2009 da una slavina. Vi arriviamo alle 8,25 e proseguiamo verso il Colle Chaberton m.2674 dove giungiamo alle 9,20.

Saliamo a destra verso la vetta del Monte Chaberton m.3115, il tempo è bello ma fa freddo. arrivo in vetta alle 10,30. Ammiriamo i ruderi delle 8 postazioni di cannoni, costruite dagli Italiani in occasione della guerra del 1940. La vetta in se stessa non è un granchè, perchè è stata ridotta ad una grande spianata, ma il panorama è eccezzionale sia verso la Francia che verso l'Italia.

Dopo le numerose foto di rito e la visita ai ruderi delle postazioni, alle 11,15 iniziamo la discesa, alle 12,00 arriviamo al colle e iniziamo a scendere verso Fenils.

Superiamo il  "Piano dei morti" e quando raggiungiamo la vegetazione ci fermiamo a mangiare, sono le 12,45.

Alle 13,45 ripartiamo. Alle 14,30 arriviamo a quota m.1800 circa dove ci aspetta Gianpaolo.

Con lui scendiamo a Pra Claud m.1600 circa, un bel paesino dove ha lasciato la macchina.

Gli autisti, vanno con lui a Claviere a prendere le altre macchine, Gabrio, Gianni, Pucci, Giuseppe, Vittorio, Franco e io (baffo) scendiamo a piedi fino a Fenils m.1400 circa e aspettiamo gli altri. In totale abbiamo fatto 1300 m. in salita e 1700 in discesa.

Alle 15,50 partiamo tutti verso casa.

Gita bellissima con tempo ottimo e posti bellissimi.

Fotogallery (di Gabrio)

Foto di gruppo al rifugio della Barma m. 2060
Foto di gruppo al rifugio della Barma m. 2060
Foto di gruppo al Colle della Barma m. 2261
Foto di gruppo al Colle della Barma m. 2261